Omraam Mikhaël Aïvanhov – La pace e l’armonia interiore



L’armonia e la pace devono essere prima di tutto in noi stessi

La pace e l’armonia interiore sono argomento di questi due brevi pensieri di Omraam Mikhaël Aïvanhov e anche se non hanno necessità di alcun commento, desidero fare qualche osservazione.

Certo la voglia di pace autentica non si manifesta con comportamenti esteriori e adunate universali, con bandiere e vessilli multicolore sulle facciate delle case e sui balconi e tamburi mediatici. No, non ci siamo affatto, la ricerca della pace è un movimento solo interiore come ben dice il Maestro franco bulgaro Aïvanhov. Anche se un giorno si riuscisse a trovarla questa pace esteriore, noi il giorno dopo subito ci inventeremmo altri mezzi per guerreggiare in tutti i sensi, tra nazioni, in famiglia, sul lavoro, anche nell’attività di svago troveremmo un pretesto per combatterla la pace esteriore. Come ben afferma Aïvanhov e con lui altri illuminati «la pace è uno stato superiore di coscienza che possiamo raggiungere lavorando per rendere i nostri pensieri e i nostri sentimenti più disinteressati e più generosi». E come si fa? Guardandosi dentro, dico, esaminandoci dall’interno, con il famoso sempre valido, anzi oggi ancor più valido, nosce te ipsum di delfiana socratica memoria. Solo col conosci te stesso, operando ognuno in sé al fine di cercare il germe dal quale scaturisce la non-pace, le guerre, i dissidi esteriori e interiori. Con il nostro esempio, dopo queste operazioni interiori, potremo cercare allora quell’armonia e portarla, manifestarla anche all’esterno per la vera Pace, con la P maiuscola, che è un fatto – ripeto – squisitamente interiore. Se non siamo in pace con noi stessi non si può operare per la pace dell’umanità.

La vera pace

nemophila-menziesii-250Gli esseri umani credono che, cambiando o sopprimendo qualcosa o qualcuno che si trova esternamente a loro e che li disturba, otterranno la pace. Ed è qui che si sbagliano, poiché la pace è uno stato che occorre instaurare anzitutto in se stessi.
Non crediate che troverete finalmente la pace cambiando marito o moglie, appartamento, amici, lavoro, paese, religione ecc. La pace non dipende da questi cambiamenti. Un po’ di tranquillità o una tregua, forse sì, ma subito dopo altri tormenti verranno ad assalirvi. Cercate di comprendere che essere in pace dipende soltanto dalla vostra capacità di mettere ordine nella vostra vita psichica. Apportate questi cambiamenti e potrete rimanere con le stesse persone, negli stessi posti e alle prese con le stesse difficoltà: niente potrà più turbarvi. La vera pace, infatti, viene da dentro; essa scaturisce e vi pervade malgrado le turbolenze e le trepidazioni del mondo esterno. è come un fiume di luce che arriva dall’alto e impregna tutto il vostro essere.

La vera armonia e la vera pace sono da conquistare

nemophila-blu-da-vicino-267Voi desiderate l’armonia, desiderate la pace, che in effetti sono i beni più preziosi. Tuttavia, non dimenticate mai che le otterrete solo dopo aver incontrato difficoltà e opposizioni. Chi crede di poter trovare l’armonia e la pace senza prima aver imparato a superare gli ostacoli, si prepara una vita di debolezze e disordini, poiché si lascerà andare alla comodità e alla pigrizia.
La vera armonia e la vera pace sono la ricompensa data solo a coloro che sono riusciti a conquistarle manifestando qualità di disinteresse, di bontà e pazienza; costoro hanno imparato a utilizzare tutto, a trasformare tutto, a migliorare tutto; e anche se devono subire delle prove e soffrono, non sono turbati e non disturbano gli altri. Grazie a un lavoro assiduo, entrano in relazione con le entità luminose del mondo invisibile, e a quel punto raggiungono la vera pace e la vera armonia.

Il libro

Da Omraam Mikhaël Aïvanhov: Pensieri quotidiani, ed. Prosveta

L’autore

Omraam Mikhaël Aïvanhov (1900-1986), maestro e guida per lo spirito, fu un filosofo e pedagogo bulgaro emigrato in Francia a trentasette anni per divulgare in maniera più efficace il suo pensiero e insegnamento spirituale. Pur avendo affrontato i principali e molteplici aspetti della scienza iniziatica, egli pensava che ogni essere umano dovesse lavorare al proprio sviluppo, a condizione che non lo facesse unicamente per se stesso, ma per il bene della collettività, vista come una fratellanza in cui regnasse una vera coesione perché, lavorando per sé, ogni individuo lavorasse coscientemente anche per il bene di tutti.
Scriveva il Maestro Aïvanhov: «Per essere felice, l’uomo deve imparare a fare un lavoro con il pensiero, il sentimento, l’immaginazione e la volontà, allo scopo di preparare nell’invisibile la venuta di un mondo di pace, di armonia e di luce. Questo tipo di lavoro gli darà pienezza».

Post correlati

Yogananda – Non rinunciare mai alla speranza

I pensieri di Omraam Mikhaël Aïvanhov

Per approfondire

Fratellanza Bianca Universale: sito italiano dedicato a Omraam Mikhaël Aïvanhov

Frenette Louise-Marie: Omraam Mikhaël Aïvanhov. Vita di un Maestro occidentale, Stella Mattutina Edizioni, 2016

Fuoco Bruno E.G.: La via luminosa nella vita quotidiana secondo l’opera di Omraam Mikhaël Aïvanhov, Stella Mattutina Edizioni, 2016

Lejbowicz Agnés: Omraam Mikhaël Aïvanhov e l’insegnamento della fratellanza, Edizioni Prosveta

In rete ci sono diversi video con lui che parla, ne indico solo uno e un canale che ne contiene diversi

La vita e l’uomo espressi in termini matematici

Canale YouTube FratellanzaDellaLuce

Iscriviti alla Newsletter

Se vuoi essere aggiornato sui post della categoria Spiritualità iscriviti a questa Newsletter, se invece desideri essere aggiornato ogni volta che è pubblicato un post, iscriviti alla Newsletter generale che trovi nella colonna a destra della pagina





About The Author

Fabrizio

Sessantatre anni, milanese con origini paterne toscane, liceo scientifico e studi giuridici all’università, gioiosamente sposato da quarantuno anni e felice nonno di tre nipotine. Multitasking per interessi e passioni “normalissime” come musica, lettere, escatologia, spiritualità, ricerca parapsicologica. Impegnato sin da giovane (1971) nello studio ed esperienze di argomenti esoterici e border-line, grazie all’iniziazione di un grande uomo, colui che sarebbe diventato mio suocero. Entusiasta della vita, di qualsiasi vita, in tutti i suoi aspetti fisici e soprattutto spirituali.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.