Claudio – La politica per un mondo migliore



La politica e le responsabilità del singolo

La politica per creare un mondo migliore è l’argomento di questo brano che riporta le parole di Claudio, entità manifestatasi al Cerchio Firenze 77 grazie alla medianità di Roberto Setti. Come quelle di Kempis sullo stesso argomento, queste parole sono state pronunciate più di trent’anni fa, ma sono più che mai attuali.
Claudio dichiara «che ogni popolo ha lo Stato che si merita e che ognuno è il protagonista della storia che vi attende; ognuno quindi è responsabile della situazione mondiale». È il singolo che deve agire e partire da se stesso e non accettare più ciò che fino ad ora ha accettato senza fare nulla per migliorarlo.

È possibile ascoltare l’audio originale del brano




Ogni uomo, in cuor suo, auspica l’avvento di un mondo migliore. Perché questa aspirazione non si trasformi in una utopia, è necessario che ognuno si domandi che cosa fa per realizzare questo suo ideale e farlo diventare realtà operante.
La risposta che viene data ad un simile interrogativo è essenzialmente elusiva: generalmente si dice, si crede, che rendere migliore il mondo sia compito dei governanti, di chi guida le sorti dei popoli. Mai come in questo periodo è stato chiaro che ogni popolo ha lo Stato che si merita e che ognuno è il protagonista della storia che vi attende; ognuno quindi è responsabile della situazione mondiale.

rosa-variegata-06-229

Se non solo accettate la corruzione che gli scandali rendono di pubblica ragione, ma la interpretate come una sorta di autorizzazione ad essere corrotti; se trovate calzante per la vostra persona una società basata sul valore dei sensi, sul nazionalismo, sulla destra e sulla sinistra; se trovate logica l’esistenza di religioni diverse; se perdete ogni sentimento di umanità e la responsabilità che al massimo riuscite a sentire è verso la parte politica in cui vi riconoscete, è inutile che speriate in un mondo migliore. Se scusate e coprite gli errori degli appartenenti al vostro partito, alla vostra consorteria; se giustificate l’esistenza dell’oppressione, del rancore, della crudeltà; se considerate necessaria la tortura e la brutalità; se pensate ai vostri simili in termini di discriminazione, voi non lavorate per un mondo migliore. Anzi, siete responsabili di tutto quello che simili premesse non possono che far ricadere sulla umanità, e vana rimane la vostra speranza.

Post correlati

Dali – Responsabilità del singolo per un mondo migliore

Kempis – La politica, l’ideologia e la coscienza individuale

Kempis – La società futura

Paolo – Come cambiare la società

Entità A – La società e l’importanza del singolo

Cerchio Firenze 77: fenomeni medianici e insegnamenti spirituali

I libri del Cerchio Firenze 77

Per approfondire

Claudio – La politica per un mondo migliore – audio originale

Cerchio Firenze 77

Brani dell’insegnamento spirituale del Cerchio Firenze 77

Il Cerchio Firenze 77 è presente su Facebook con la pagina Cerchio Firenze 77 e con il gruppo Amici del Cerchio Firenze 77 moderato da Umberto Ridi.

Iscriviti alla Newsletter

Se vuoi essere aggiornato sui post della categoria Spiritualità iscriviti a questa Newsletter, se invece desideri essere aggiornato ogni volta che è pubblicato un post, iscriviti alla Newsletter generale che trovi nella colonna a destra della pagina





About The Author

Magicamente Colibrì

Ho fatto studi classici al liceo e scientifici all’università, perché amo entrambi i mondi. Questa mia formazione è dovuta al fatto che in me convivono bene gli aspetti che caratterizzano l’essere umano, cioè quelli legati al pensiero razionale e a quello non razionale, e che sottintendono, rispettivamente, alla scienza e alla spiritualità. Molti sono i miei interessi e i post del blog lo dimostrano.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.